Secondo l’ Economist, i fondi attualmente disponibili per il bail-out dei paesi europei ammontano a circa 865 miiardi di Euro . Di questi 500 provengono dai fondi europei, ESFS e EFSM, e 280 dal FMI, ed il resto da prestiti bilaterali. I maggiori contribuenti europei sono Germania, Francia e Italia. Il maggior contribuemte del FMI sono gli Stati Uniti (50 miliardi). Dei fondi europei, però oggi circa 190 miliardi saranno disponibili solo in giugno, quando la dotazione del ESFS sarà aumentata al fine di mantenere il rating AAA. Per Grecia , Irelanda e Portogallo dovrebbero bastarne 257.5. Dunque per la Spagna ne rimarrebbero disponibili 417.3 miliardi da subito, e 607.3 a partire da giugno. Basteranno? Forse si, forse no. Citibank stima il fabbisogno della Spagna tre 2011 e 2013 (includendo governo centrale e regioni) intorno ai 470 miliardi….