S&P ha ridotto il rating del debito italiano da A+ ad A per la crescita fiacca  e l’incapacità del  governo a fronteggiare la situazione. Era largamente prevedibile, e previsto, anche prima del pasticcio delle manovra di agosto