Mi sembra rivelatore che alla tradizionale “riunione di famiglia” del  lunedì a casa Berlusconi, solitamente dedicata, oltre che agli affetti, allo stato di salute delle imprese del Premier,  abbiano partecipato, oltre ai figli Marina e PierSilvio, l’amico presidente di Mediaset Confalonieri, il consulente finanziario Ermolli e l’avvocato-parlamentare Ghidini. Secondo il Sole24ore si sarebbe discusso della situazione polica, della opportunità delle dimissioni e delle eventuali conseguenze su Mediaset e, verosimilmente, sui processi in corso. Dalla notizia trae conferma il male oscuro del Berlusconismo: la mancata separazione tra interessi privati (la famiglia, le imprese, i processi) e interesse pubblico. Insomma, immagino ancora per poco, L’Etat c’est lui