Il 30 novembre si è tenuto presso l’Università del Piemonte Orientale (Sede di Alessandria, Facoltà di giurisprudenza,settore scientifico disciplinare Economia Politica, SECS-P/01) un concorso per una posizione da ricercatore
a tempo indeterminato. La vincitrice, a differenza di tutti gli altri 12 candidati, non presentava alcuna pubblicazione su rivista, né internazionale né italiana (qui il suo cv ). Presentava però 8 capitoli su volumi,di cui 6 scritti in collaborazione con il presidente della commissione del concorso, Professor Rizzello, e i restanti 2 pubblicati su volumi curati dallo stesso presidente della commissione. Le tabelle qui sotto mostrano i piu diffusi indici bibliometrici applicati alle pubblicazioni dei candidati. La vincitrice è l’unica ad avere un punteggio pari a zero
secondo tutti i criteri. La Stampa del 6 dicembre se ne è occupata nella sezione della Cronaca., e un  gruppo di ricercatori ha fatto appello al Rettore dell’Università del Piemonte Orientale con una meritevole  petizione, che invito a sottoscrivere. La tutela del merito nell’Università italiana è cosa troppo seria perchè possa essere lasciata ai soli professori.