Il titolo Fiat

Ogni tanto la realtà supera la fantasia. L’amministratore delegato della Fiat, la bestia nera della FIOM, il paladino della ruvida concorrenza, il manager “amerikano” uscito da una Confindustria complice di un sistema consociativo, adesso se la prende con l’industria automobilistica tedesca. Secondo la Repubblica nelle sua vesta di presidente dell’Associazione Costruttori Europei Automobili, l’A.D. ha ha accusato ieri le case automobilistiche tedesche di avere la responsabilità dell’eccesso capacità produttiva in Europa: “i tedeschi dicono che non hanno stabilimenti da chiudere ma credo che ce ne siano almeno un paio da chiudere…chiediamo solo un piano che distribuisca i sacrifici…”. Un piano? magari quinquennale! E il mercato? Il valore del titolo Fiat si dimezza da agosto? Of course, it’s Germany’s fault!